Assistenza tecnica agronomica in campo: costo o opportunità?

Sara Antognelli
Sara AntognelliAgronoma

Negli ultimi anni le aziende agricole che si affidano all’assistenza tecnica qualificata per prendere decisioni agronomiche sulle attività di campo sono probabilmente una minoranza. Gli imprenditori agricoli si trovano spesso da soli ad affrontare scelte che rischiano talvolta di compromettere il risultato dell’intera stagione colturale.

L’assistenza tecnica di campo, per essere efficace, richiede che il tecnico conosca molto bene le caratteristiche dell’azienda, garantisca una presenza costante per monitorare le attività che vengono svolte, le problematiche che insorgono, e intervenire tempestivamente in base alle sue competenze ed esperienza.

Tuttavia, i margini economici in agricoltura tendono a ridursi, per cui il rapporto tra i benefici dell’assistenza tecnico-agronomica qualificata e i costi per le aziende allo stato attuale rischia di essere irrisorio.

Primo piano grano

Le nuove tecnologie nell’assistenza tecnica di campo

Una possibile strategia per migliorare il livello tecnico agronomico delle imprese agricole e facilitare l’accesso all’assistenza qualificata è sicuramente l’incremento della dotazione tecnologica delle aziende, come Decision Support System (DSS), modelli previsionali, dati satellitari e mappatura dei campionamenti di campo.

Tale incremento infatti ha due conseguenze fondamentali che possono rendere conveniente affidarsi a tecnici per le decisioni agronomiche:

  1. Gli strumenti tecnologici permettono di prendere decisioni basate su dati numerici (data driven decisions).
  2. La tecnologia permette il controllo remoto delle colture.

Prendere decisioni basate su dati numerici

Le decisioni basate sui dati (data driven decisions) si stanno diffondendo in molti settori, poichè risultano certamente più affidabili rispetto a quelle basate sulla sola percezione umana, e permettono alle aziende di ottimizzare le risorse. Questo è ancora più evidente se il tecnico si trova a contatto con realtà differenti tra loro: la comparazione di dati riferiti a diverse aree geografiche determina sicuramente una visione oggettiva più ampia.

Ma attenzione: la tecnologia non sostituisce l’uomo. Gli strumenti tecnologici supportano il tecnico e l’agricoltore, permettendo di coordinare le attività in campo e di ridurre il tempo necessario per l’assistenza tecnica.

Inoltre, grazie ai dati, tecnici e agricoltori saranno in grado di esprimere al meglio la propria capacità decisionale. In questo modo l’azienda agricola riuscirà realmente ad ottimizzare le risorse, intervenendo con osservazioni in campo, trattamenti, concimazioni, irrigazioni ecc. solo quando realmente serve, e con le quantità di input realmente necessarie.

Controllo remoto delle colture

È importante ricordare che la tecnologia permette il controllo remoto delle colture. Un aspetto che porta notevoli benefici, come la riduzione della necessità della presenza costante in campo da parte del tecnico, e di conseguenza minor tempo e minori costi necessari per l’assistenza tecnica.

Alcuni Decision Support Systems per l’agricoltura permettono anche di avere un canale di comunicazione diretto con gli operatori di campo, permettendo di coordinare le attività da remoto.

I tecnici possono quindi affiancare le aziende nelle decisioni agronomiche con maggiore responsabilità ed efficacia, oltre a rendere particolarmente efficiente – e quindi meno dispendiosa – l’attività di consulenza tecnica di campo. Attraverso questa strada l’assistenza tecnica agronomica potrebbe essere di nuovo un’attività preziosa per le aziende che vogliano affacciarsi sul mercato in modo intelligente, proficuo e moderno.

Gli strumenti di Agricolus

La Professional Dashboard di Agricolus è una piattaforma pensata per agronomi, periti agrari e agrotecnici. Permette di visualizzare in un’unica interfaccia i dati di tutte le aziende agricole, anche da remoto, con i seguenti vantaggi:

  • ottimizzare gli interventi in campo
  • avere sempre sotto controllo le attività effettuate e da svolgere
  • condividere con l’agricoltore le decisioni per un efficace gestione delle colture