Intervento di Agricolus a Agriumbria 2018

Agriumbria 2018: “Mezzo secolo di amore per la terra”

Agriumbria, Mostra nazionale dell’Agricoltura, Zootecnia e Alimentazione, festeggia quest’anno i suoi primi cinquant’anni.

Dal 6 all’8 Aprile, nei padiglioni di UmbriaFiere a Bastia Umbra (PG), a farla da padrone è l’agricoltura insieme a tutte le sue declinazioni di settore.

Agriumbria, Mostra dell’Agricoltura, Zootecnia e Alimentazione, è infatti il punto di riferimento, a livello nazionale, per la valorizzazione del settore agricolo: un momento di discussione e riflessione sulle prospettive e sul futuro dell’agricoltura, un’occasione di confronto tra operatori, enti, istituzioni e associazioni.

Le novità di questa cinquantesima edizione sono tante: una di queste è il Milktec, primo salone dedicato alle macchine per la lavorazione e la trasformazione del latte.

Qualche numero? In tre giorni saranno presenti oltre 450 espositori in rappresentanza di oltre 2.500 aziende e industrie, che offriranno una panoramica generale dell’innovazione tecnologica raggiunta nei differenti settori merceologici.

Non solo “nazionale”

Grazie alla collaborazione tra Umbriafiere, Istituto Commercio Estero e Federunacoma, Agriumbria 2018 ospiterà una delegazione di operatori provenienti dai mercati dei Balcani, che potrà conoscere da vicino le eccellenze meccaniche, e non solo, dell’agricoltura italiana. In fiera saranno presenti anche operatori e buyer dalla Tunisia.

Tre dunque i grandi filoni attorno a cui ruota la manifestazione.

Agricoltura

L’obiettivo di Agriumbria 2018 è quello di affrontare i temi chiave che coinvolgono in misura maggiore le aziende agro-alimentari. Queste sono impegnate a rivedere le proprie gestioni finanziarie per far fronte alle sfide che si delineano nello scenario internazionale dei mercati, nei quali la volatilità dei prezzi delle derrate alimentari condiziona l’economia di molte aree agricole.

La meccanizzazione agricola è il settore espositivo che, nonostante l’attuale fase di recessione che penalizza l’industria costruttrice di mezzi meccanici, propone soluzioni tecnologiche di alto valore innovativo.

Modelli di filiera che consentono di realizzare processi produttivi integrati al “sistema” vengono proposti dai Saloni specializzati OLEATEC (olivicoltura – elaiotecnica), ENOTEC (viticoltura – enologia), BANCOTEC (impiantistica agroindustriale) e da altri spazi espositivi. All’interno di questi vengono proposte soluzioni tecnologiche versatili in relazione all’organizzazione e alla dimensione della produzione delle aziende agricole.

Zootecnia

Agriumbria è un polo fieristico zootecnico di primaria importanza. Mostre, rassegne, concorsi e aste offrono l’occasione agli operatori del settore di confrontarsi sui risultati ottenuti con tecniche di allevamento che ottimizzano le risorse naturali e ambientali.

Alimentazione

Agriumbria rappresenta una vetrina dell’agroalimentare italiano: qualità, innovazione e tracciabilità sono le caratteristiche dei prodotti, dotati di una forte identità territoriale. Questo settore fornisce oggi una vasta quantità di derrate alimentari ottenute in modo sostenibile, nel rispetto delle indicazioni che l’Unione europea ha dato in materia di ambiente, di benessere degli animali e di salute pubblica.

Agriumbria 2018 vanta un programma ricco di workshop, dimostrazioni, degustazioni e convegni. Antonio Natale, COO di Agricolus, spiegherà cos’è l’agricoltura di precisione a conclusione dell’Assemblea Annuale Collegio Provinciale PG e TR dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Centro Congressi – Sala Palazzina 1 di UmbriaFiere.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *