La gestione ordinaria dell’azienda agricola medio-grande

Susanna Marchi
Susanna MarchiAgronoma
Sara Antognelli
Sara AntognelliAgronoma

La gestione dell’azienda agricola e l’importanza del controllo delle attività di campo sono temi ampiamente studiati nell’ambito dell’economia agraria e dell’Information Technology applicata all’agricoltura. L’argomento infatti ha riscontri diretti con le attività aziendali, in quanto una corretta gestione agronomica ed economica determina la sostenibilità dell’impresa, intesa sia in termini economici che ambientali e sociali.

Negli ultimi anni si è cercato di applicare un nuovo paradigma nella gestione dell’azienda agricola. Esso prevede:

  • maggiore attenzione all’interazione con il territorio circostante (ovvero all’impatto ambientale),
  • cambiamento dei sistemi di distribuzione,
  • maggiore impegno verso la qualità del prodotto e le condizioni di coltivazione.

Il fine di una buona gestione aziendale, infatti, è proprio quello di soddisfare le crescenti richieste di riduzione dei costi e di adempimento dei diversi regolamenti applicati alla produzione agricola, mantenendo allo stesso tempo elevati standard qualitativo e sicurezza alimentare del prodotto.

Questo cambiamento è stato incoraggiato anche da amministrazione pubblica e consumatori, che hanno influenzato il settore agricolo affinché venisse cambiato il focus della produzione: da quantità a qualità e sostenibilità.

trebbiatura
vendemmia

La dimensione media delle imprese agricole è in crescita

In Europa ogni azienda gestisce in media 16.1 ettari di Superficie Agricola Utilizzata (SAU) (dato eurostat, 2013). Tale dato mostra elevata variabilità da Stato a Stato: la Repubblica Ceca registra la superficie agricola utilizzata aziendale più alta d’Europa, pari a 120 ha per azienda, seguita da Regno Unito, Slovenia, Danimarca e Lussemburgo, Francia e Germania, dove la SAU aziendale media supera di gran lunga i 50 ha.

Dal 2007 al 2013 la quantità di aziende con SAU > 50 è cresciuta, passando da poco meno di 700.000 nel 2007 a oltre 725.000 nel 2013, in uno scenario in cui il numero totale di aziende agricole in Europa è sceso da quasi 10 milioni del 2007 a poco più di 7 milioni nel 2013 (dati Eurostat).

La tendenza delle aziende agricole è dunque quella di incrementare la SAU da gestire.

La gestione dell’azienda agricola secondo la FAO

La FAO parla ampiamente della gestione delle imprese agrarie in alcune pubblicazioni, tra le quali: “Farm Management for Asia: a Systems Approach” (FAO Farm Systems Management Series – 13).

Dal punto di vista operativo, l’agenzia delle Nazioni Unite spiega che “Farm management operates in four modes”:

  • Modalità 1 – Le attività di controllo di routine permettono di individuare i punti di forza/debolezza e le opportunità per l’azienda, definibili come attività di gestione strategica.
  • Modalità 2, 3 e 4 – Includono l‘analisi, la diagnosi e la soluzione di eventuali punti di debolezza e problemi riscontrati all’interno dell’azienda, nonché l’identificazione di potenziali opportunità. L’analisi deve essere condotta allo scopo di riconoscere quali siano i limiti tecnici che incidono su produttività e produzione, ostacolando il miglioramento dell’efficienza aziendale. L’identificazione dei punti di debolezza e dei problemi presenti nell’azienda agricola rappresenta la “diagnosi”, che può aprire la strada all’attuazione di miglioramenti operativi e trasformazioni tecnologiche.

La conoscenza dettagliata delle attività svolte in campo è pertanto fondamentale. Per questo motivo specialmente nelle aziende di dimensioni medie o grandi, dove più persone collaborano alle attività di campo, risulta spesso difficile da parte del tecnico o del proprietario tenere traccia e mettere a sistema le informazioni relative alle singole operazioni colturali effettuate.

Avere a disposizione un archivio storico, facilmente consultabile, delle operazioni svolte nelle diverse stagioni costituisce un elemento importante nella pianificazione e nella gestione dell’azienda agricola.

Agricolus Essential: uno strumento di supporto

Alla base di tutte le decisioni che determinano importanti evoluzioni nelle attività aziendali vi è senza dubbio un’efficace attività di record e controllo delle operazioni agricole elementari. Pertanto, semplificando il controllo di routine, si ottimizzano le scelte aziendali nel medio e lungo periodo.

Agricolus Essential è una piattaforma per l’agricoltura di precisione che risponde alle necessità di una impresa agricola medio-grande: la funzionalità Operazioni Colturali offre un valido supporto per registrare in maniera semplice ed efficace dove, come e quando diverse operazioni come irrigazioni, trattamenti e concimazioni sono state eseguite.

In questo modo in tutte le aziende, dalle più semplici alle più complesse, in cui vi siano più operatori in campo e/o un elevato numero di ettari da gestire, diventa estremamente semplice tenere traccia delle operazioni effettuate.

Bibliografia