Il comparto agrumicolo è stato uno dei più colpiti dalle avversità meteo di quest’anno e dalle conseguenze economiche della pandemia; diventa quindi sempre più importante sfruttare le possibilità offerte dagli strumenti innovativi dell’Agricoltura 4.0.

L’obiettivo principale del progetto CiTrace, a cui Agricolus prende parte, è supportare le aziende del settore agroalimentare nell’adozione di tecnologie per l’agricoltura di precisione e nell’implementazione di un sistema di tracciabilità tale da rendere la filiera agrumicola sostenibile in un’ottica di lungo periodo.

Le fasi del progetto CiTrace

Il progetto intende introdurre, per ciascuna delle tre fasi della filiera agrumicola (produzione, post-raccolta e commercializzazione) innovazioni tecnologiche volte a:

  • Ottimizzare i processi produttivi;
  • Favorire l’integrazione tra operatori, dispositivi IoT e sistemi di supporto alle decisioni;
  • Prevenire i rischi legati a fattori ambientali;
  • Ridurre le perdite di prodotto;
  • Consapevolizzare l’utente finale sulle buone pratiche della filiera;
  • Migliorare l’organizzazione dei processi di lavoro e misurare le performance;
  • Introdurre strumenti di comprensione ed analisi che prendano in considerazione le informazioni dell’intera filiera.
Fasi progetto CiTrace

Inizio attività e selezione delle aziende

CiTrace, iniziato ufficialmente a giugno 2021, avrà una durata di 3 anni. Tra agosto e settembre sono state selezionate le aziende agrumicole siciliane partecipanti.

Le imprese coinvolte hanno già iniziato ad utilizzare la piattaforma Agricolus mappando i propri campi, registrando le operazioni colturali e consultando gli indici di vegetazione da Sentinel 2.

Prossimi passi

Per la gestione delle attività in campo, CiTrace partirà da una serie di soluzioni applicative per l’agricoltura di precisione (immagini satellitari, crop scouting, modelli previsionali, monitoraggio qualità e quantità) già sperimentate su altre colture e atte a soddisfare le esigenze specifiche della coltivazione di Arancia e Limone.

Seguendo le varie fasi fenologiche delle colture agrumicole, le soluzioni sviluppate nell’ambito del progetto saranno in grado di razionalizzare e rendere più efficiente e sostenibile la produzione, mirando alla qualità ed unicità del prodotto finale, attraverso la stima delle reali necessità della coltura e fornendo appropriate tempistiche d’intervento.

Il progetto prevede anche l’implementazione di un sistema di tracciabilità completo della fase di raccolta in cui il prodotto si arricchirà di informazioni ad ogni passaggio della filiera.

I partner e il loro ruolo

Il progetto è guidato da Etna Hitech che, con il supporto di Agricolus, si occuperà della realizzazione degli strumenti software e IoT a supporto della fase di produzione della filiera agrumicola. Inoltre svilupperà strumenti abilitanti per una tracciatura completa della filiera e studierà il contesto applicativo e le tecnologie utilizzate dai singoli attori.

Oranfresh realizzerà tre macchine innovative per migliorare le fasi di produzione e commercializzazione, dedicate a: difesa delle colture dal gelo e ai trattamenti; raccolta dei frutti; spremitura.

Engineering invece sarà coinvolto nell’implementazione di soluzioni abilitanti per la realizzazione di servizi data-driven innovativi lungo tutta la filiera e dei servizi di analisi e monetizzazione dei dati di tracciabilità.

Vuoi approfondire le funzionalità della piattaforma Agricolus?

Contattaci ADESSO